mercoledì 13 dicembre 2017

Star Wars - Gli Ultimi Jedi

Non sono più riuscito a guardare il primo Guerre Stellari allo stesso modo dopo aver visto Rogue One.
La Trilogia Prequel, pur con tutti i suoi difetti, ha avuto il merito di non farmi più guardare Darth Vader allo stesso modo (mi riferisco in particolare alla scena con Luke ne Il Ritorno dello Jedi).
Dopo questo film, non riesco più a guardare Kylo Ren allo stesso modo.
Questo film inoltre é un vero capolavoro nella sottile arte del capovolgimento delle aspettative.
La scena della battaglia nello spazio ha lasciato tutta la sala col fiato sospeso.
Grandioso.

lunedì 11 dicembre 2017

Into the Abyss – Steam Night

Mentre scrivo, il paesaggio fuori dalla mia finestra é improvvisamente diventato bianco, e con l'anno che volge al termine e la luce che si fa sempre più scarsa, cresce il desiderio di ritrovarsi con gli amici attorno al fuoco.
Il fuoco attorno a cui certi amici si ritrovano però, non è quello di un camino, anzi qualche volta non è neppure un fuoco ma la scarica di plasma di una bobina Tesla, o il bagliore verde del flogisto, quando non si tratta di qualcosa di ancora più esotico... o esoterico. Stiamo infatti parlando degli amici del gruppo Victorian & Steampunk in Lombardia/Victorian-Steampunk Northern Society, che si trova, per il secondo anno, a celebrare a modo suo.
Il nuovo gagliardetto del gruppo, che ha fatto la sua prima apparizione pubblica alla parata di Lucca, sembra a casa tra gli strani macchinari che decorano le pareti di the Abyss Pub di S. Giuliano Milanese, un locale proprio a tema Steampunk, pensato per assomigliare a un sottomarino.
L'effetto è incredibile, sembra davvero di essere a bordo del Nautilus, e non manca neppure una versione tutta nostra del Capitano Nemo
Alessandro Colombo nei panni del 
Capitano Nemo...
(Alessandro Colombo).
...e io in quelli del Dr. Pazzo
In un posto così pieno di tante insolite apparecchiature tuttavia, non può mancare un dottore pazzo... e noi ce l'abbiamo, anzi abbiamo IL Dr. Alboino Maria Adalberto Pazzo, qui alla sua seconda apparizione pubblica e la prima totalmente Steampunk. Sto ancora perfezionando il personaggio, ma anche lui sembra essersi trovato subito a casa.
A condurre la serata naturalmente è l'inossidabile Aurelia Gottifredi, mentre ospite speciale è Alessia Mainardi, che sono piacevolmente sorpreso di incontrare. Ma ci sono anche Ulisse Provolo e Ramona Ursilio, le Ragazze Terribili Rebecca, Viola e Lisù, Anna Eleonora Colombo,  e alle comunicazioni il Tenente Uhura Monica Gambazza.
A bordo, oltre a tanti veterani dello Steampunk cisalpino come Davide Tone, Kittina Lu ed Elena Mattavelli, Eli Fleur e Lord Bau, Nyn Brighid e Adam Noi, senza dimenticare il nostro sponsor, il prodigioso Elisir di Cialtronia, non mancano però tante facce nuove come le Sorelle Wright, qui alla loro prima apparizione (o dovrei dire al loro debutto in società).
Una buona metà del locale è riservata a noi, ma non basta a contenerci, e le Ragazze Terribili si appropriano ben presto dell'altra metà, dove si ritirano per tessere le loro misteriose trame.
Nell'attesa della loro prossima conquista del mondo, continuate a leggere.

mercoledì 29 novembre 2017

Pavia Fumetto Winter Edition

In questo anno così anomalo, non è troppo strano che anche il mio ritorno sul palco di una fiera sia accompagnato da una serie di anomalie.
Siamo tutti matti qui
Ormai è fuor di dubbio che la cultura Nerd sta crescendo in maniera esponenziale in tutto il mondo, e quindi, di riflesso, anche in Italia, o almeno in quella parte d'Italia che io chiamo Insubria.
Non solo i grandi eventi storici, come la Fiera di Novegro, hanno due edizioni l'anno, ma la stessa cosa si inizia a vedere anche per i piccoli eventi locali, come il Pavia Comics, il regno delle 4Sisters.
Tutorial di trucco
In realtà questa edizione invernale è stata organizzata dal La Tana del Nerd, che tra le altre cose ha diretto e presentato, seppure con qualche disguido, la gara Cosplay.
Salutiamo quindi, per questa edizione, gli amici di BHC, Ramona e Stab (e una menzione speciale per Pamela) ma sono curioso di sapere come sarebbe un evento di questo tipo organizzato in collaborazione tra la Tana del Nerd e il BHC.
Dr. Pazzo
Magari in una delle prossime edizioni.
La gara Cosplay è stata preceduta sul palco da un lungo tutorial sul trucco, un'attività che per molti cosplayers, ma anche LARPers, consuma tempo e risorse, e non è meno importante della preparazione del costume, ma in cui oramai sono stati raggiunti livelli pari al professionismo.
Nonostante questo, e tutto ciò che ho riportato, la Tana del Nerd ha sollevato l'attenzione su un grosso ostacolo che la Cultura Nerd deve affrontare quotidianamente in questo paese: il mancato riconoscimento della sua stessa esistenza, e la percezione del fenomeno che nei canali ufficiali o semi-ufficiali spesso non si discosta troppo da quella che era dieci anni fa o anche più, una visione distorta che non viene solo mantenuta, ma anche attivamente rinforzata dagli addetti ai lavori, in netto contrasto con quello che succede nei paesi più avanzati.
La premiazione
Poiché ritengo
l'argomento troppo complesso per essere esaurito in questo articolo, mi riservo di approfondirlo in futuro. Per il momento vorrei tornare alla gara Cosplay, che ha visto il debutto ufficiale del Dr. Pazzo come OC (Original Character), ma che é stata vinta dalle 4Sisters come miglior gruppo (Disney), e da Marta Voi per la miglior coreografia con un altro OC (Krystal, la Madre dell'Inverno).
Continuate a leggere.

martedì 21 novembre 2017

Fumettopoli 2017

Fumettopoli non è la più grande Fiera del Fumetto di Milano, ma è la più vecchia, e anche quella che ha avuto l'esistenza più travagliata.
Claudio Castellini (disegnatore, Batman) e
Deborah Zanini (scrittrice, La Stella del Nord)
É stata la prima a cui ho partecipato, quando il Marvel Cinematic Studio era ancora uno scintillio negli occhi di Stan Lee e non andavano ancora di moda i capelli verdi, un periodo che ricordo come i Brutti Tempi Andati (e per fortuna sono andati).
Allora Fumettopoli era una candela nell'oscurità, flebile, ma tutti noi ringraziavamo gli Asgardiani, i Valar, la Maga di Grayskull e il Grande Demone Celeste che ci fosse.
Quest'anno Fumettopoli è stata costretta a cambiare sede, e a trasferirsi in una zona più periferica, da Porta Garibaldi alla Barona, a causa delle sempre maggiori difficoltà organizzative e la concorrenza di altri eventi, sia legati al Fumetto che ad altre forme di intrattenimento.
Ailus Editrice
Tuttavia, la candela non si è ancora spenta.
Il 2017 è stato un anno difficile anche per me: nonostante i successi che ho conosciuto nel 2016, è diventato presto chiaro che, se volevo continuare, non potevo rifare sempre le stesse cose, ma avevo bisogno di trovare un approccio diverso.
Mi sono sentito come all'inizio, nei mesi tumultuosi e incerti che hanno preceduto l'apertura di questo blog, e ancora prima, e per diversi mesi ho vissuto nel terrore che i Brutti Tempi Andati fossero tornati.

Stefania Russo Art
Perciò ho deciso di ripartire proprio da Fumettopoli.
Ed è stato proprio lì, a Fumettopoli, che mi sono reso conto di quanta strada ho fatto.
Mi sono subito tuffato come facevo all'inizio: dopo essermi iscritto all'Associazione Ailus (chissà che non sia la volta buona per tirare fuori dal cassetto qualcuno dei racconti che ho scritto durante i Brutti Tempi Andati) ho provato una postazione di Realtà Virtuale, un'esperienza incredibile.
Harley & Mr. J.... non chiedete
C'erano anche i Cosplayers, ovviamente, ma la parte della fiera che ho preferito è stata quella, forse mai abbastanza valorizzata, degli autori esordienti e autoprodotti.
Qui ho potuto sentire il polso e il cuore di questa industria, perché di questo si tratta, Arte e Industria, e ho potuto conoscere tante facce nuove con cui ci siamo detti "Ci vediamo a Cartoomics", dove spero di rivedere anche voi.
Continuate a leggere.

domenica 19 novembre 2017

Justice League

C'è qualcosa di vagamente orgiastico in questo film, come una specie di rituale dionisiaco che parla alla parte più profonda, e la riporta gentilmente a calci verso la luce.
Forse gli manca la precisione stilistica e tecnica di Thor Ragnarok, ma recupera con l'impatto.
Andate a vedere questo film con una persona che amate.

domenica 29 ottobre 2017

Thor: Ragnarok

Superiore alle mie già alte aspettative, sorprendente, imprevedibile, con appena un tocco di humor demenziale (ma sempre con la classica verve tutta Marvel) e un curioso retrogusto neo-80 che sembra andare di moda.
Ho riso come un pazzo.
La musica dei Led Zeppelin sembra sciogliersi nelle scene d'azione come la panna su una torta calda.
Vale la pena di vedere questo film solo per la Dea della Morte, ma non è il caso di evocarla, anche se siamo vicini ad Halloween.