venerdì 18 maggio 2018

Tenoha Milano x Yuriko Tiger

Lo ripeto da molto tempo e mi sembra che stia diventando sempre più evidente: Milano ha più cose in comune con New York che con Roma, con Londra che con Firenze, e addirittura con Tokyo che con Napoli, perciò non chiamateci Italiani.
Se non mi credete, fate una passeggiata lungo i Navigli, vedrete più ristoranti giapponesi che pizzerie.
Se poi arrivate in Via Vigevano 18 troverete un pezzo di Tokyo nel cuore di Milano.
Sto parlando di Tenoha Milano, uno spazio multifunzionale (il termine tecnico sarebbe Concept Store) che comprende negozi, un'area shared office, un caffè/ristorante, una show room, e persino un giardino botanico.
Il (futuro) giardino botanico
Quest'ultimo in realtà è ancora in allestimento, ma più avanti é previsto che diventi un vasto spazio coperto che si presta ad essere usato per ogni tipo di evento o manifestazione.
L'intera struttura tuttavia (non solo il giardino botanico) è pensata per la flessibilità e l'incontro, compresa la fusione tra lo stile e la cultura di Milano con i suoi omologhi giapponesi.
Yuriko & Shiori
Il locale è stato da poco inaugurato, il 16 aprile 2018, e poco meno di un mese dopo ha ospitato, all'interno del giardino botanico, la idol italo-giapponese Yuriko Tiger (Eleonora Guglielmi) e per la prima volta a Milano, la sua collega Shiori, per un incontro con i fan milanesi, molto numerosi a giudicare dall'affollamento della serata.
Secondo il programma, questo dovrebbe essere il primo fan meeting dei tre previsti a Milano, prima del ritorno della Idol a Tokyo (il secondo è stato a Malpensa la domenica successiva, e il prossimo sarà a Novegro).
Quello di Milano è il secondo centro Tenoha al mondo, e il primo fuori dal Giappone (il Tehoha originale, Tenoha Daikanyama, si trova infatti a Shibuya, il quartiere alla moda di Tokyo).
Spero che possa diventare un punto di ritrovo e di riferimento non solo per gli appassionati del Giappone a Milano, ma per tutti i Milanesi, a conferma della vocazione internazionale della nostra città, e che il mio prossimo articolo si intitoli "Tenoha, il giardino giapponese di Milano".
Continuate a leggere.

martedì 15 maggio 2018

Deadpool 2

Questo non è un film, è una fanfiction fuori di testa scritta da un deficiente strafatto di coca con un serbatoio di rifiuti tossici al posto del cervello.
Ciao Wade!
Ciao Yukio...!
Dicevo, questo film è... sentite, non riesco a capire che c***o ho guardato, ma soprattutto non riesco a capire perché alla fine, all'improvviso, tutto abbia senso.
Insomma, quale sarebbe la trama? Ve lo dico io, non c'è. Eppure, riesce a tappare tutti i buchi di tutti i c***o di film degli X-Men che lo hanno preceduto.
Facendo dei buchi in testa alla gente.
Compreso lo sceneggiatore.
Sì, insomma, questo film è talmente brutto, che il protagonista è tornato indietro nel tempo e ha sparato in testa allo sceneggiatore.
Non sto scherzando.
Andatelo a vedere, se non mi credete.
Ciao Yukio...!
Ciao Wade!

lunedì 14 maggio 2018

Malpensa Comics & Games 2018 - Introduzione

Miei cari lettori, vi auguro un buon lunedì, per quanto sia possibile.
Specie questo mese, e soprattutto questa settimana, stretta come un sandwich tra due fiere, quella di Malpensa e quella di Novegro; non so come sia stato per voi, ma per me solo questo week-end è stato un vero tour de force.
Devo essere sincero, un po' è stata anche colpa mia che ho voluto strafare, ma se non altro, credo di incominciare a vedere alcuni risultati che potrebbero essere, forse, all'altezza dei sacrifici fatti.
Andiamo con ordine.
L'edizione di quest'anno del Malpensa Comics & Games è stata più scarna rispetto all'anno scorso, con una minor superficie espositiva e meno eventi, ma ce n'erano due che aspettavo da tempo con ansia: il primo è stato l'intervento di Yuriko Tiger, tornata da Tokyo proprio in occasione di questa doppia fiera.
Ed é stato proprio qui che ho voluto strafare: la sera prima della Fiera infatti, Yuriko ha organizzato un incontro con i suoi fan in un locale giapponese vicino ai Navigli, e io ho voluto partecipare a tutti i costi, così, dopo aver affrontato il traffico del venerdì sera, l'inferno del parcheggio sui Navigli e una lunga fila, sono riuscito a ottenere... una sua foto con autografo, che avrei potuto benissimo chiederle domenica pomeriggio in fiera.
Tuttavia, non è stato un viaggio inutile, anzi, credo che dedicherò alla serata e al luogo in cui si è svolta, un suo articolo a parte.
O.C.: Strega dell'Ovest
Inoltre, credo che l'intervento di Yuriko sul palco (domenica) sia valso da solo tutta la fiera, perché anche le persone più forti hanno bisogno di sentirsi dire ogni tanto di non mollare. Anche di questo, ne riparlerò in un articolo a parte.
L'altro evento che stavo aspettando è stato il primo Cosplay Contest interamente dedicato agli Original Characters, un'idea nata e portata sul palco dallo staff di BHC.
solo quindici partecipanti, ma tutti di alto livello, credo anzi che questa iniziativa del BHC abbia portato l'arte del Cosplay a delle vette mai raggiunte prima.
Ho colto questa occasione per portare anch'io il mio Original Character, il Dottor Alboino Maria Adalberto Pazzo, e pur non avendo vinto nessun premio, credo di potermi ritenere soddisfatto per come sono riuscito a perfezionare il personaggio e ad affrontare il pubblico e la giuria.
Domenica la Fiera si é conclusa con un'altra gara cosplay, questa volta più tradizionale, a cui hanno partecipato anche le 4Sisters, nei consueti ruoli disneyani ma, per una volta, senza fenicottero.
La gara é stata preceduta da un intervento di Chiara "Lagertha", che ha voluto ricordare la nostra comune amica Lucia Cianci, morta l'anno scorso, uno dei momenti più ispiranti di tutta la fiera assieme all'intervento di Yuriko Tiger: entrambe hanno contribuito a mettere in evidenza le persone dietro ai costumi, i motivi che ci spingono sempre ad indossarli, e cosa significa tutto questo per noi, a parte andare in giro vestiti da cartone animato.
Credo che il più grande risultato di questa fiera non sia stato un premio o un autografo, ma la consapevolezza di quanto noi Nerd, disegnatori e Cosplayer siamo cresciuti e stiamo ancora crescendo, come individui e come comunità.
Continuate a leggere.

martedì 8 maggio 2018

Void Games Desio

Nell'ultimo articolo avevo accennato alla nascita di nuove attività legate al mondo Nerd. Se Wolfy e Giordy si sono specializzati nei L.A.R.P., Void Games di Robert Sinatra ha fatto invece dei giochi strategici e delle miniature il suo campo.
Void Games é l'importatore per la Lombardia dei prodotti Games Workshop, e quindi il principale referente per giochi come Warhammer Fantasy, Warhammer 40K, Shedespire e Necromunda, ma non solo.
É inoltre l'unico a offrire un vero e proprio servizio di "tutorial" per i giochi che vanno oltre le solite demo, con vere partite dimostrative lunghe e articolate e diversi esempi di gioco per illustrare la meccanica delle regole.
Scenari per Batman: the Miniature Game
Sebbene ancora in fase di "rodaggio" (avrebbe dovuto esserci un'inaugurazione ufficiale di cui però non ho più avuto notizia) il negozio è attivo già da qualche settimana, dopo un periodo, durato circa due anni, di quello che il proprietario definisce "nomadismo" tra le varie fiere e associazioni.
Il torneo di Shadespire... 
Domenica 6 Maggio 2018 Void Games ha ospitato il primo torneo di Shadespire, un'ambientazione Fantasy legata al mondo di Warhammer, per l'area della Bassa Brianza.
Lo stesso proprietario ha commentato che forse è un po' troppo chiamarlo torneo, visto il numero esiguo di partecipanti (quattro) ma sono stati sufficienti per assegnare un trofeo ufficiale (nella foto in basso).
...e il trofeo di Shadespire
I futuri progetti di Void Games comprendono un canale Youtube già in parte attivo e, più in là, un angolo dedicato al classico Gioco di Ruolo da tavolo, un'idea simile a quella già espressa da Wolfy e Giordy sebbene la distanza renda un incontro improbabile.
Mi sono chiesto tuttavia se non sia possibile creare un circuito di gioco: due diversi gruppi, con due diversi master, che portano avanti due campagne distinte, ma ambientate nello stesso mondo, magari proprio quello de La Fortezza, per poi incontrarsi in fiera, o in qualche altro evento concordato, per giocare un'unica sessione finale in Live.
Continuate a leggere.

venerdì 4 maggio 2018

Wolfy & Giordy

Nonostante le mille difficoltà di un'economia traballante e di un mercato di nicchia, sembra che in Insubria, nell'arco di poche settimane, stiano nascendo tante nuove attività legate alla sempre più diffusa cultura Nerd.
A Desio e a Varese due nuovi negozi hanno già aperto i battenti, mentre all'estremo confine del territorio dell'Insubria, proprio sulle sponde del fiume Adda, potrebbe essere nata una nuova comunità di artigiani, a metà strada tra i mulini della Lombardia Medievale descritti nel romanzo storico Le Colpe dei Padri, di Livio Gambarini e i bizzarri vicoli della Londra di Harry Potter, dove un'arte viene (più o meno) tramandata.
Il negozio è inserito nella storica piazza principale di Imbersago, a poca distanza dal lavatoio pubblico che risale al XIX Secolo. A una passeggiata di distanza si trova il Traghetto Leonardesco, ma se volete allungare la strada potete percorrere il sentiero in riva al fiume, tra cigni e aironi, fino alle dighe della vecchia centrale idroelettrica. Io non sono arrivato così lontano, ma prevedo una futura escursione del gruppo Victorian-Steampunk in Lombardia su queste rive.
In realtà, il negozio è poco più di un'attività secondaria, che fa da "facciata" al vero cuore dell'iniziativa: il laboratorio artigiano.
Tutto quello che serve a un giocatore di LARP viene prodotto qui: dagli abiti alle armature, dalle spade in lattice agli scudi, senza rinunciare a bastoni o bacchette.
Nei giorni di apertura straordinaria si tengono inoltre degli stages, in cui chi lo desidera può costruirsi la propria (io l'ho fatto).
Progetti futuri sembrano comprendere un ampliamento del negozio e un'area dedicata al GdR da tavolo, o almeno alla creazione di un gruppo di gioco. Se non fosse per la distanza, non mi dispiacerebbe partecipare.
A gestire tutto Stefania "Wolfy" Rossini e Giordano Sardella dell'ASD La Fortezza, che è stata per anni la colonna portante dell'Area Fantasy del Cartoomics. Mi auguro di potervi dare presto maggiori informazioni.
Continuate a leggere.

sabato 28 aprile 2018

Avengers - Infinity War

Vorrei raccontarvi una favola.
C'era una volta un ragazzo molto solo. Non aveva amici, non aveva una fidanzata, era sempre triste.
Passava ore e ore in disparte a fare l'unica cosa che lo rendesse felice: leggere fumetti.
Tutti lo deridevano per questo, chiamandolo coglione, sfigato, e altri appellativi simili, ma lui, in segreto, sognava che un giorno qualcuno avrebbe realizzato un film epico che avrebbe avuto per protagonisti tutti i suoi eroi preferiti.
Poi però, scuoteva la testa e pensava "É impossibile".
Questo film è la prova che nessun sogno è impossibile, che si può credere a qualsiasi cosa, anche alle favole.
Per quel ragazzo, vedere oggi questo film è stato un evento paragonabile allo Sbarco sulla Luna.